Furti in casa a S. Maria del Focallo e Porto Ulisse con una donna minacciata di morte: un arresto

Furti in casa a S. Maria del Focallo e Porto Ulisse con una donna minacciata di morte: un arresto

E’ ritenuto essere l’autore di furti in casa, di cui uno ai danni di una 70enne minacciata di morte se avesse lanciato l’allarme, dopo essere stato scoperto: si tratta di un tunisino 24enne, Abdellaziz Abdallak, operaio da tempo residente a Ispica, arrestato dai carabinieri per furti in abitazione e rapina aggravata in abitazione. L’indagine dei militari dell’Arma ha preso le mosse da alcune denunce di furto nelle abitazioni di Santa Maria del Focallo e Porto Ulisse. Sin dal dallo scorso gennaio, si erano verificati alcuni furti, anche di ingente valore, nelle abitazioni che, in alcuni casi, sono abitate durante tutto l’anno. Il 7 gennaio si era verificato il primo furto in una villetta dove erano stati sottratti diversi elettrodomestici, nonché in un’altra abitazione di Porto Ulisse, dove il giovane si era introdotto trovando all’interno una signora di circa 70 anni che aveva minacciato di morte se si fosse opposta alla rapina. Successivamente il ladro e rapinatore di professione si era introdotto lo scorso febbraio in due abitazioni, dove aveva rubato diversi dispositivi elettronici e denaro contante, causando alla persona offesa un ingente danno patrimoniale. In tutti i casi, oltre alla gravissima rapina alla donna anziana, l’arrestato aveva danneggiato la recinzione delle abitazioni, nonché rotto gli infissi per penetrare nelle case e svaligiarle, arrecando gravi danni.

L’operazione dei carabinieri è stata possibile grazie alle immediate denunce dettagliate delle persone offese, mentre successivamente sono state acquisite e verificate con attenzione le immagini dei sistemi di videosorveglianza privati, che hanno permesso di riconoscere il ladro nonché di porre in correlazione tutti gli episodi. L’uomo si trova ora rinchiuso nel carcere di Ragusa, a disposizione dell’autorità giudiziaria.