Patteggiamento della pena per 2 componenti della “Banda delle spaccate”: 30 furti, 8 in una notte

Patteggiamento della pena per 2 componenti della “Banda delle spaccate”: 30 furti, 8 in una notte

E’ approdata nelle aule giudiziarie la vicenda dei furti con spaccata, che seminò inquietudine e tanti danni nel territorio ibleo poco più di un anno fa. Furono almeno una trentina, di cui 8 in una sola notte, i colpi compiuti sul territorio ibleo dalla cosiddetta “Banda delle spaccate”, prima di finire in manette: i ladri rubavano auto vecchie e robuste con sistemi di sicurezza obsoleti e le usavano come “ariete” per sfondare gli infissi di vetro o le saracinesche di negozi da svaligiare con la oramai collaudata tecnica, per l´appunto, della “spaccata”. Gli inquirenti contestarono alla banda spaccate, furti di auto e rapine con addirittura, come accennato, 8 colpi compiuti in una notte sola, spesso per accaparrarsi pochi spiccioli a fronte di ingenti danni alle strutture commerciali, pari anche a 20.000 euro soltanto per ripristinare gli infissi. La base operativa era Vittoria e alcuni dei componenti della banda, nonostante si trovassero agli arresti domiciliari, uscivano lo stesso di casa per commettere i furti. Ora sono arrivate le prime sentenze nell’ambito del procedimento giudiziario celebratosi al tribunale di Ragusa.

Paolo Scafidi, 37 anni, ha patteggiato un anno e 8 mesi di reclusione e 800 euro di multa. Salvatore Bulbo, 25 anni, ha patteggiato 3 anni e 550 euro di multa. Altri 3 imputati hanno chiesto ed ottenuto di poter essere giudicati con il rito abbreviato: si tratta di Kevin Lo Monaco e di Gabriele Meli. Per Mahmoud Moussa è stato accolto l’abbreviato ma subordinato all’audizione di un teste.