Lesioni e resistenza a pubblico ufficiale: arrestato il 54enne imprenditore Angelo Giacchi

Lesioni e resistenza a pubblico ufficiale: arrestato il 54enne imprenditore Angelo Giacchi

E’ stato arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale l’imprenditore agricolo vittoriese Angelo Giacchi (foto), 54 anni. Giacchi si sarebbe opposto al custode giudiziario che si era presentato in un suo immobile venduto all’asta e con il quale avrebbe avuto un diverbio che gli avrebbe causato una aritmia cardiaca. Dopo il trasporto in ospedale per gli accertamenti clinici, Giacchi è stato arrestato. La procedura esecutiva immobiliare era stata definita lo scorso 14 marzo 2019, senza far registrare incidenti, con l’immissione in possesso da parte di chi si era aggiudicato l’immobile, a conclusione di un iter lungo e complesso adottando le linee guida del protocollo d’intesa sottoscritto in prefettura tra gli enti interessati. Erano già state sostituite le serrature, permettendo l’immissione nel possesso dell’aggiudicatario.

Il custode, recatosi giovedì sul posto, aveva constatato la sostituzione della serratura da parte dell’ex proprietario Giacchi, che, dopo l’immissione in possesso, aveva dolosamente forzato l’ingresso e sostituito la mappa della serratura. Al fine di impedire l’espletamento del suo dovere d’ufficio, ovvero trasferire i mobili e le masserizie in un deposito giudiziario individuato con provvedimento del giudice delle esecuzioni, Giacchi, che nel frattempo era giunto pure lui sul posto, avrebbe aggredito il custode giudiziario. E’ infine intervenuta la polizia e per Giacchi, dopo essere stato dimesso con un giorno di prognosi, è dunque scattato l’arresto.