Sisma di Santa Lucia del 1990: l’Agenzia delle entrate deve rimborsare di 6.000 euro pensionato ragusano

Sisma di Santa Lucia del 1990: l’Agenzia delle entrate deve rimborsare di 6.000 euro pensionato ragusano

Soddisfatto e rimborsato. La lunga vertenza che un pensionato ragusano, ex dipendente dell’Almer, ha intrapreso con l’Agenzia delle Entrate è arrivata ormai alla risoluzione finale. Mario Camillieri potrà avere, infatti, il rimborso del 90% delle somme pagate quale contribuente residente in provincia in relazione al triennio 1990/1992. E’ un ulteriore storia legata ai rimborsi del sisma di S. Lucia del 1990 che sono stati riconosciuti ai contribuenti delle province di Ragusa, Siracusa e Catania. Una legge specifica ha infatti riconosciuto il diritto al rimborso del somme che furono da loro versate a seguito del terremoto che colpì la Sicilia orientale nel mese di dicembre del 1990. Mario Camillieri, sin dal 2008, aveva chiesto all’Agenzia delle Entrate di Ragusa il rimborso delle somme a lui dovute pari ad oltre 6.000 euro senza ottenere alcuna risposta. Da qui la sua decisione di rivolgersi ad un legale, l’avvocato Michele Savarese. Anche il Giudice Tributario aveva riconosciuto al pensionato il diritto di ricevere i suoi soldi. Nonostante ciò l’ Agenzia delle Entrate di Ragusa si è rifiutata di pagare il signor Camillieri, il quale, tramite, il suo legale, ha chiesto ed ottenuto dalla Commissione Tributaria Regionale di Palermo, sezione staccata di Catania, la nomina di un commissario ad acta che avrà il compito di supplire alle omissioni dell’Agenzia delle entrate, facendo corrispondere al contribuente ragusano tutte le somme a lui dovute, comprensive delle spese legali che ammontano ad oltre 2.000 euro.

“Per poter esigere dal cittadino il rispetto delle regole e il senso civico, la pubblica amministrazione deve essere la prima a rispettare quelle stesse regole. Davanti ai Giudici Tributari di Catania -afferma l’ avvocato Savarese – ho più volte sollevato il tema dell’ inerzia degli uffici tributari che pretendono che il cittadino sia sempre puntuale nei pagamenti e viceversa ancora non hanno provveduto a restituire le somme a tutti i residenti nella Sicilia orientale che a seguito del sisma del 1990 pagarono tributi non dovuti, nonostante vi siano sentenze esecutive, come e nel caso di Mario Camillieri”.

Nella foto l’avvocato Michele Savarese con il signor Mario Camillieri