Fatta piena luce sulla morte di un 59enne in ospedale a Vittoria

E stata fatta piena luce sulla morte di un 59enne rumeno senza fissa dimora deceduto giovedì scorso in ospedale a Vittoria dopo aver riferito di essere stato malmenato da due suoi connazionali con i quali viveva in casolari abbandonati. L´autopsia ha stabilito che con molta probabilità l’uomo è morto per un arresto cardiaco causato da una broncopolmonite trascurata, escludendo comunque un nesso causale tra la lite intervenuta 24 ore prima e la morte. Il medico legale non ha rilevato segno di violenza ad eccezione di qualche escoriazione: nulla che potesse collegare la morte come conseguenza di un trauma o altre violenze. I due aggressori, rintracciati dagli investigatori, hanno confermato di avere avuto una lite due giorni prima, ma di non aver fatto del male al loro amico. Entrambi sono stati dunque indagati per lesioni lievi e sono stati rimessi in libertà.