Ladra nei supermercati preferiva test di gravidanza e superalcolici

Furto aggravato. Questa l’accusa con la quale gli uomini della Sezione Volanti della Questura di Ragusa, durante un servizio specifico finalizzato alla prevenzione dei reati predatori, hanno arrestato una donna 32enne di nazionalità albanese. La donna, all’interno di un supermercato del centro storico superiore, è stata notata da un addetto alla vigilanza interna, mentre, con fare sospetto si aggirava fra gli scaffali dell’esercizio commerciale, prelevando più confezioni di un Kit per accertare l’eventuale stato di gravidanza. Successivamente la stessa si è recata alla cassa pagando pochi prodotti di scarso valore economico. Nel carrello mancavano proprio quelle confezioni che avevano destato l’attenzione dell’addetto. La signora, dopo aver superato le casse, è stata invitata a verificare se avesse pagato tutta la merce prelevata.

Ormai scoperta la donna non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità, consegnando tre confezioni di test di gravidanza che aveva nascosto all’interno della propria borsa. Sono interventi immediatamente gli agenti in servizio di Volante che hanno accertato come la donna avesse trafugato altri prodotti prelevati dal supermercato e cioè due bottiglie di superalcolici e generi alimentari di vario tipo del valore complessivo di circa 100 euro.

Tutta la merce è stata riconsegnata immediatamente direttore del supermercato che ha proposto regolare denuncia. La donna, non nuova ad episodi del genere e già arrestata per un furto con le medesime modalità, ha cercato di giustificarsi definendosi affetta da cleptomania. A seguito della convalida dell´arresto, la donna è stata sottoposta alla misura cautelare dell’obbligo di firma alla polizia giudiziaria.

Nella foto, immagine di repertorio