Il degrado in centro storico a Scicli. Marino: “Risolveremo”

Il degrado in centro storico a Scicli. Marino: “Risolveremo”

A Scicli ci sarebbero zone di serie A e altre di serie B: le prime tirate a lucido e sempre in ordine, le altre sommerse dal degrado e invase dalle erbacce. Sono numerose le lamentele in tal senso che proliferano sui social e arrivate anche alla nostra redazione. “Basta allontanarsi dall’anello barocco di Scicli ed ecco che tutto cambia agli occhi di chi osserva – si legge in un messaggio – perché dalle favolose cartoline dei luoghi di Montalbano si passa ad aree meno “eleganti” non troppo distanti dal centro storico della cittadina barocca, come nel caso dei quartieri di San Giuseppe e San Marco (foto), invaso dalle erbacce e dai rifiuti. E poi le censurabili condizioni di usura del manto stradale. “Percorrendo in auto la strada principale che attraversa via San Giuseppe – commenta una lettrice – bisogna cambiare le gomme 3 volte l’anno”. Le segnalazioni riguardano anche il percorso, molto battuto dai turisti, che bisogna attraversare per raggiungere la chiesetta del Calvario e il convento della Croce. “Durante il tragitto, partendo dalle vie adiacenti la chiesa di San Giuseppe – si legge nella segnalazione – si potrà godere di scorci di “foreste” invase da pulci ed escrementi di gatti, che nessuno provvede a sterilizzare. La residente si domanda dunque: “Perché ogni anno bisogna aspettare la Festa di San Giuseppe per provvedere alla pulizia e al decoro di questi quartieri? Svegliatevi”. Una domanda che il collega Leuccio Emmolo ha girato al sindaco Mario Marino, il quale di è detto consapevole di questo stato di cose e di stare lavorando ad una radicale soluzione, come era stato promesso in campagna elettorale. “Le difficoltà da superare sono tante – ha detto Marino – e il periodo estivo non aiuta, ma anche grazie al sostegno di volontari che hanno a cuore il buon nome della città a breve, e comunque al massimo dopo ferragosto, Scicli sarà pulita e splendente in ogni sua area”.