La stagione estiva di Santa Croce e Punta Secca entra nel vivo

La stagione estiva di Santa Croce e Punta Secca entra nel vivo

Il sindaco Giuseppe Dimartino (foto), presenti gli assessori Barone, Gambino, Dimartino e Mandarà, nel corso di una conferenza stampa hanno fatto il punto sulla stagione estiva, da poco entrata nel vivo e sull’operato dell’amministrazione nei suoi primi quaranta giorni. In apertura, è stato presentato il programma “Eventi d’estate 2022”, che, come dichiarato dal primo cittadino, “è un grande risultato ottenuto dall’amministrazione comunale per due motivi principali: il breve lasso di tempo in cui è stato organizzato e programmato ed il metodo applicato che non prevede la realizzazione di grandi eventi, bensì piccoli momenti, spalmati nelle varie borgate, al fine di garantire serate da qui fino a fine agosto. Eventi musicali, enogastronomici e culturali che, grazie alle associazioni, alle attività commerciali e alla generosità degli sponsor, permetteranno di allietare le serate estive in tutta la fascia costiera. Inoltre, quest’anno abbiamo voluto fortemente supportare l’evento “KauFest”, una serie di eventi teatrali e musicali che si terranno presso il Parco archeologico di Kaucana. Il costo del programma estivo è stato di 27.000 euro totali, di cui 7.000 euro per i diritti Siae. A tal proposito, volevamo ringraziare gli sponsor privati che hanno contribuito in modo importante donando ben 10.500 euro, indubbiamente un buon viatico per questo tipo di cartellone eventi.” Il sindaco ha precisato, inoltre, che i servizi ordinari sono stati garantiti su tutta la fascia costiera, quali isole ecologiche, passerelle (già predisposte dalla passata amministrazione), docce e pulizia arenili con mezzi mai utilizzati come il “pulispiagge” che è un mezzo che non arreca alcun danno, ma anzi garantisce una pulizia mirata e a norma di legge degli arenili. Il sindaco ha chiarito anche alcuni aspetti riguardanti il piano parcheggi, dando dei doverosi chiarimenti: “quest’anno, a Punta Secca, – ha detto il sindaco Dimartino – si rischiava di non avere a disposizione il parcheggio ubicato alla fine di Via Papa Giovanni XXIII. Al fine di garantire il servizio, abbiamo ritenuto indispensabile locare il terreno in oggetto ed affidare a terzi la gestione, in modo da non gravare sulle casse comunali e sul personale della Polizia municipale. Le strisce blu, invece, saranno limitate ad alcune strade della borgata, mentre la restante parte dei parcheggi rimarrà libera. I costi del parcheggio a pagamento sono: 3 euro per 5 ore di sosta e 8 euro per le 24 ore, con possibilità di uscire e rientrare entro l’arco di tempo per cui si è pagato. Sono state previste tariffe agevolate per esercenti, titolari di strutture ricettive e per i turisti, con la possibilità di abbonamenti con costi decisamente convenienti. I componenti dell’amministrazione comunale hanno poi precisato che “questa è una stagione di transizione per la nuova amministrazione ma crediamo e siamo fermamente convinti che sarà una stagione estiva con un buon livello di servizi”. Altro argomento trattato nella conferenza stampa è stato quello della gestione dei rifiuti e del contrasto alle fumarole. Il sindaco ha precisato che “in questo primo periodo, con l’assessore Dimartino, ci siamo occupati dell’emergenza rifiuti che ci ha impegnato gravemente. Vogliamo ricordare che siamo uno dei pochi comuni in provincia (se non l’unico) che ha sempre garantito il ritiro della frazione indifferenziata, dato oggettivo e indiscutibile. Indubbiamente, questo intervento ha richiesto sacrifici economici da parte dell’Ente, poiché, data l’emergenza rifiuti, il costo del conferimento dell’indifferenziato è aumentato in modo esponenziale. Per risolvere la questione, dunque, ci siamo affidati ad un’azienda, autorizzata dalla Regione, per il conferimento straordinario di rifiuti indifferenziati e questo nostro impegno ha dato i frutti sperati”. Il sindaco ha poi fornito qualche numero sul contrasto all’abbandono di rifiuti e alle fumarole e gli uffici, con dati alla mano, hanno confermato che il fenomeno sembra diminuire, dimostrando l’efficienza dell’azione di contrasto, necessaria per salvaguardare la salute di tutti i cittadini e per dare un bel biglietto da visita per i turisti. In chiusura sono stati presentati due progetti, voluti e portati avanti dall’assessore Barone che partiranno a breve: “Adotta un’aiuola” e “Arredo anch’io”. “2 progetti che si occuperanno di ridare nuova vita al verde e agli spazi pubblici nel territorio: il progetto “Adotta un’aiuola” è rivolto sia ai privati cittadini che alle attività commerciali, e si occuperà della cura e benessere del verde pubblico; “Arredo anch’io” ha stessa logica ma applicata all’arredo urbano, quindi installazione di oggetti di arredamento come panchine, pensiline, giochi per i più piccoli, nei luoghi pubblici del paese. “Questi progetti – ha sostenuto il sindaco Dimartino – sono un vero cambio di passo, che mirano a stabilire una forte collaborazione tra i cittadini e l’amministrazione comunale per dare valore alla bellezza della città. Siamo convinti che vivere in un ambiente pulito, decoroso, piacevole esteticamente, che potrà suscitare nei cittadini un maggiore senso civico, il rispetto delle regole, oltre a fungere da incentivo per visitare i nostri luoghi”.