Sicilia resta gialla nonostante il calo di positivi e ricoveri

Sicilia resta gialla nonostante il calo di positivi e ricoveri

Sicilia in “purgatorio”. Malgrado il calo dei ricoverati in area medica e in terapia intensiva, la Sicilia rimarrà ancora un’altra settimana in “zona gialla”. Sono quasi mille i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore su 20.810 tamponi processati e l’indice di positività del 4,7% è rimasto quasi invariato rispetto a giovedì (4,8%). Epicentro dei contagi torna ad essere la provincia di Palermo con 338 nuovi casi, seguono Catania, 129 a Messina, 79 a Siracusa, 77 a Ragusa, 96 a Trapani, 1 a Caltanissetta, 39 ad Agrigento e 37 a Enna. Le buone notizie arrivano dagli ospedali, dove si registra una fase di “raffreddamento”. Calano infatti i ricoveri, sia quelli in area medica (-16) che quelli in terapia intensiva (-9). Nel Ragusano i positivi sono di nuovo sotto quota 2.000 e scende anche il numero dei ricoverati. Da quando è iniziata la campagna vaccinale in provincia di Ragusa sono state somministrate, in totale, 410.645 dosi di vaccino: 224.475 prime dosi e 186.170 richiami. Considerando che in provincia di Ragusa la popolazione vaccinabile è di 280.466 persone, ad oggi la percentuale degli immunizzati è del 66,37%. Va infine sottolineato che, per quanto riguarda le prime dosi, all’appello manca ancora circa il 20% dei residenti nel Ragusano