Riapre a Pozzallo la villa comunale dopo il radicale restyling

Riapre a Pozzallo la villa comunale dopo il radicale restyling

La villa comunale torna ad essere fruibile da cittadini e turisti. Il progetto per la sua rifunzionalizzazione ha mantenuto un giusto equilibrio fra l’esigenza di vivibilità e del ritorno all’uso collettivo con le peculiarità storiche del sito. Progettata nel 1923 dall’ing. Giovanni Raimondi, insieme al Palazzo di Città e alla piazzetta antistante, fu realizzata qualche anno dopo secondo i canoni del giardino all’italiana, con un percorso fra aiuole delimitate organizzate in quattro rondò, oltre ad una aiuola centrale più ampia sul versante sud del Palazzo. Successivamente l’aiuola centrale fu pavimentata, formando così un unico percorso che unisce il fronte mare della Villa. Il nuovo progetto pone rimedio ai segni dell’obsolescenza e del degrado nel quale, negli ultimi anni, il giardino è stato relegato. Si è intervenuto, lasciando inalterati i percorsi e le geometrie originarie, soprattutto: abbattendo il fabbricato fatiscente esistente al suo interno, sostituendolo con un campo di bocce; rifacendo ed integrando l’impianto di illuminazione con pali in ghisa; realizzando una ringhiera in acciaio inox che permette la vista mare, in sostituzione del parapetto in muratura ormai degradato dalle intemperie. E’ prevista anche un’area giochi per bambini che, a breve, sarà avviata e completata. Così come non sono state ancora ultimate alcune rifiniture. Purtroppo la pandemia covid ha provocato tanti ritardi nell’approvvigionamento dei materiali. Occorreva però rendere subito godibile la villa comunale nella stagione estiva. “Abbiamo risanato e restaurato il giardino della città – afferma il Sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna – restituendolo alla fruizione delle famiglie e dei bambini che potranno tornare a viverlo in libertà”.