Piano triennale Comiso: 10 milioni per 18 opere pubbliche

Piano triennale Comiso: 10 milioni per 18 opere pubbliche

Approvato a maggioranza dal consiglio comunale il piano triennale delle opere pubbliche. “Si tratta di investimenti per circa 10 milioni di euro per la realizzazione di 18 opere pubbliche e nei prossimi giorni entreremo nel merito particolareggiato di ogni intervento”: queste le dichiarazioni a caldo del vice sindaco Roberto Cassibba. “Per la realizzazione di alcune di queste opere – aggiunge Cassibba – è stato obbligatorio ricorrere ai mutui poiché non esistono finanziamenti regionali, nazionali e europei per alcuni progetti, quali ad esempio, il rifacimento integrale del manto ammalorato nelle strade che risultano essere più dissestate, la realizzazione del cimitero di Pedalino, la realizzazione di parcheggi. In particolare per quanto concerne la realizzazione del cimitero della frazione comisana, sin da subito ci siamo adoperati perché la realizzazione stessa fosse a carico del comune e non di ogni singolo cittadino che, con un progetto di finanza privato, avrebbe affrontato costi elevatissimi. Ciò premesso – continua il vice sindaco Cassibba – tra le opere che saranno realizzate è prevista la rotonda di corso Ho Chi Min, la ristrutturazione e messa in sicurezza della scuola dell’infanzia Mazzini, la realizzazione del parcheggio antistante il liceo Carducci, la riqualificazione di tutta la strada di Canicarao, via degli Aragonesi, dall’uscita di Comiso sino a confine con il territorio di Ragusa con il progetto rientrante nella creazione di nuovi percorsi turistico/ambientali, di cui già annunciato qualche mese fa. Poi ancora, la via XXV aprile a Pedalino, la realizzazione del sistema fognario di via Saragat che ha un’alta densità abitativa. Tra i lavori che saranno invece consegnati a breve alla città – conclude Roberto Cassibba – c’è il parcheggio di corso Ho Chi Min ormai completo”. Infine con un emendamento votato favorevolmente all’unanimità, è stato inserita nel triennale, ma sarà realizzata nell’anno in corso, l’istallazione di impianti fotovoltaici a servizio dell’impianto di depurazione delle acque reflue urbane, e sulle coperture di alcuni edifici scolastici di Comiso e Pedalino.