Dimissioni irrevocabili del primario Rabito. L’Asp le accetta

Dimissioni irrevocabili del primario Rabito. L’Asp le accetta

Dimissioni irrevocabili del primario di anestesia e rianimazione dell’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa Luigi Rabito. Il medico, tra l’altro esperto rianimatore e protagonista insieme al suo team di numerosi interventi molto delicati, oltre che referente per la donazione degli organi, pare non voglia più avere più alcun rapporto con l’azienda sanitaria. Rabito ha presentato dunque le sue dimissioni che, come accennato, sono state accettate a partire dal primo settembre prossimo. Ma Rabito non è già più in servizio in quanto è andato in ferie, avendone in arretrato da smaltire. Rabito sarebbe dovuto andare in pensione, ma era stato autorizzato a rimanere in azienda ancora fino al compimento dei 70 anni, nel 2025.