Dal 1° giugno i neo papà possono assistere al parto a Modica

Dal 1° giugno i neo papà possono assistere al parto a Modica

Anche a Modica da martedì 1° giugno i neo papà possono assistere al parto all’ospedale Maggiore di Modica, che, a distanza di un mese, si allinea a quanto era stato già deciso in questo senso all’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa. La limitazione era ovviamente scaturita dalle regole di contenimento della pandemia covid, per la piena sicurezza delle puerpere e dei nascituri in primis, ma ora la situazione appare più rosea, con una diminuzione costante dei contagi, ed ecco che anche il Maggiore di Modica ha cominciato ad acconsentire alla presenza dei papà al parto, uno dei momenti più belli nella vita. La decisione è stata assunta in autonomia sulla base dei dati a disposizione per stabilire un adeguato livello di sicurezza.

Nella circolare di ostetricia e ginecologia a firma del primario del reparto Giovanni Cavallo si legge che i papà potranno accedere in sala parto previo tampone molecolare da effettuarsi a loro spese con esito ovviamente negativo e solo nel momento di travaglio attivo di parto. Dopo la nascita, il papà potrà accedere assieme alla puerpera e al nascituro nell’apposita area post partum. Una bella notizia attesa da tempo da centinaia di mamme che avevano qualche settimana fa scritto un’apposita lettera all’Asp di Ragusa per richiedere ciò che ora è diventata una realtà.