I neo papà potranno assistere al parto all’ospedale di Ragusa

I neo papà potranno assistere al parto all’ospedale di Ragusa

Sono state accontentate solo parzialmente le circa 40 donne ragusane in dolce attesa, che, lo scorso marzo, avevano inviato una pec al direttore generale dell’Asp Angelo Aliquò per chiedere che i loro mariti possano assistere al parto, come già accade in altre realtà. Per i neo papà sarà difatti possibile assistere al parto solo all’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa visto che, almeno per il momento, la circostanza non sarà possibile negli ospedali Maggiore di Modica e Guzzardi di Vittoria. La limitazione è ovviamente scaturita dalle regole di contenimento della pandemia covid, per la piena sicurezza delle puerpere e dei nascituri in primis. La decisione è stata assunta in autonomia dai rispettivi responsabili dei nosocomi, sulla base dei dati a disposizione per stabilire un adeguato livello di sicurezza, e non si è quindi registrata nessuna direttiva da parte della direzione generale.

“È normale – avevano scritto le future mamme – che tutto questo accada e ci venga privata questa gioia irripetibile solo a noi puerpere della provincia di Ragusa in quanto ovunque i papà, dopo il tampone fatto in ospedale regolarmente e con l’uso della mascherina, possono assistere alla nascita del proprio figlio? In giro c’è lo schifo più totale (compresi i recenti festeggiamenti per lo scudetto vinto dall’Inter, con migliaia di persone assembrate a Milano, di cui solo 10.000 dinanzi al duomo, n.d.r.), in molti non rispetta le regole anti covid e non possiamo salvare il mondo dal covid solo noi mamme, restando col terrore di dover partorire da sole senza il sostegno e l’amore dei nostri mariti – avevano concluso le neo mamme – con i quali vorremmo solo condividere questa gioia irripetibile”. Le future mamme si dicono consapevoli dell’emergenza sanitaria in atto e ringraziano l’Asp per l’assistenza e la qualità dei servizi. Dunque, per il momento, i papà potranno accedere alla sala parto solo nell’ospedale di Ragusa, esclusi quindi quelli di Modica e Vittoria.