Anziana manca il vaccino anti covid per preparare le impanate

Quando l’irrinunciabile tradizione culinaria pasquale ha la meglio su tutto, persino sull’agognata dose di vaccino anti covid. In questa strana epoca di pandemia su scala mondiale, nel suo piccolo la provincia di Ragusa non si fa mancare neanche questo: un’anziana massaia era così presa dalla preparazione delle impanate di agnello, piatto per antonomasia della tradizione pasquale iblea a tavola, da non essersi accorta di aver sforato da un pezzo l’orario entro il quale si sarebbe dovuta presentare all’hub vaccinale per ricevere la dose sulla base dell’appuntamento in precedenza fissato. In pratica l’anziana ha involontariamente mancato la dose di vaccino, impegnata nella preparazione delle impanate. Un “errore” in buona fede dettato forse dalla voglia di normalità che, chi più e chi meno, caratterizza ciascuno di noi nell’auspicio che questa situazione termini al più presto.