Vaccini anti covid nelle parrocchie: 258 dosi nel Ragusano

A conclusione del sabato santo dedicato anche alle vaccinazioni anti covid nelle 300 parrocchie che in Sicilia hanno aderito all’iniziativa, nel Ragusano le dosi di vaccino somministrate sono state 216 per la diocesi di Ragusa e appena 42 per la diocesi di Noto, per complessive 258 dosi. Quindi una risposta “tiepida” all’iniziativa dei vaccini in parrocchia. Lo dicono i numeri visto che nella diocesi di Ragusa, come accennato, sono stati in tutto 216 le dosi somministrate ed in quella di Noto, che comprende quattro comuni iblei, appena 42. Uno dei motivi della mancata somministrazione, oltre alla tiepida adesione, è stata la non idoneità di molti pazienti a ricevere il vaccino perché l’AstraZeneca non era compatibile con le condizioni di salute degli anziani che hanno costituito il target di riferimento nelle parrocchie.

Nel capoluogo, rispetto alle 6 parrocchie indicate, sono state attive solo 2 perché l’Asp ha deciso di razionalizzare le risorse e concentrare il personale. Le altre 4 parrocchie indicate sono rimaste chiuse creando disagi tra i cittadini che avevano raggiunto i siti parrocchiali adibiti. Nella chiesa di San Giuseppe Artigiano sono stati somministrati 38 vaccini. Nella chiesa Maria Santissima Nunziata (che ha compreso i fedeli del comune di Monterosso Almo – chiesa San Giovanni Battista, Giarratana – chiesa Maria SS. Annunziata e San Giuseppe -, Santa Croce Camerina – chiesa San Giovanni Battista -, Chiaramonte Gulfi – chiesa Santa Maria La Nova), sono state somministrate 35 dosi.

A Vittoria, Chiesa Sacro Cuore (compresi i fedeli di Scoglitti Santa Maria di Portosalvo e di Comiso – chiese Sacro Cuore, S. Antonio di Padova e SS Maria delle Grazie), sono stati inoculati 53 vaccini. Ad Acate, chiesa San Nicolo di Bari (compresi i fedeli della Chiesa Santa Maria del Rosario Pedalino) sono state vaccinate 48 persone. Nella diocesi di Noto a Modica nella chiesa del Ss. Salvatore in pieno centro storico che raggruppava anche San Pietro e San Giovanni e di Pozzallo, Chiesa della Madonna della Fiducia, e a Scicli, sono stati somministrati appena 42 vaccini.

A Palermo il dato più alto con circa 950 vaccini somministrati. La proroga dell’orario sino alle 19 ha inoltre permesso di usare tutte le dosi disponibili. La giornata di vaccinazioni nelle parrocchie è stata possibile grazie al protocollo d’intesa siglato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e dal presidente della Cesi, l’arcivescovo Salvatore Gristina.