Modica vende pure una chiesa per incassare quasi 3 milioni

Il comune di Modica vende e conta di incassare 2 milioni 712.000 euro. Terreni, immobili e locali commerciali sono i beni che il consiglio comunale ha inserito nella delibera approvata a maggioranza con 3 voti contrari delle opposizioni ed un astenuto. Palazzo S. Domenico vuole vendere anche se i tentativi già consumati negli scorsi anni non sono andati a buon fine. In ogni caso l’amministrazione li inserisce nel bilancio triennale 2021/2023. In tutto si tratta di nove proprietà tra cui 3 case, una in via Calamezzana, una in via Correri ed una a Catania in via Romeo.

Si vende anche una chiesa, per chi fosse interessato, ed è quella del Ritiro, poi un locale commerciale a Modica Alta, l’edificio della ex Telecom in via Resistenza Partigiana, un fondo rustico in contrada S. Ippolito. Ci sono poi l’edificio scolastico S. Margherita nell’omonimo quartiere e l’imponente edificio di via Raccomandata, già sede del convento delle suore e della annessa scuola primaria. Questo è risultato nel corso degli anni il più appetibile sul mercato per la sua estensione e conformazione ma la proposta di vendita non ha incontrato il favore degli acquirenti. L’edificio è da anni transennato perché la facciata principale è pericolante e costituisce una ostruzione ad un parte del quartiere Castello viste le limitazioni imposte da una transennatura che il comune paga annualmente ad una impresa privata.