Un milione dalla Regione per la casa natale di Quasimodo

Un milione dalla Regione per la casa natale di Quasimodo

Il Governo regionale rompe gli indugi e stanzia un milione di euro per l’acquisto e la valorizzazione della casa natale del Nobel per la letteratura Salvatore Quasimodo, ubicata in via Posterla, nel cuore barocco del centro storico di Modica. Il presidente della Regione Nello Musumeci e l’assessore ai Beni culturali Alberto Samonà hanno raccolto i numerosi appelli venuti da associazioni culturali, amministratori locali ed istituzioni affinchè la casa natale diventasse patrimonio pubblico. La delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore Samonà, iscrive la somma per l’acquisto e dà mandato ai dipartimenti dei Beni culturali e Tecnico di avviare le conseguenti procedure previste dalla legge.

La Regione vuole così esercitare il diritto di prelazione sull’acquisto della casa con un ben preciso progetto come dice lo stesso presidente Musumeci: “Acquisire al patrimonio regionale la casa del Nobel è un dovere morale prima che una necessità. Inseriremo l’immobile nel circuito delle case museo dell’Isola, che abbiamo istituito da alcuni mesi, per diventare poli di attrazione del turismo culturale”. La somma servirà, oltre all’acquisto che l’attuale proprietà ha fissato in 390.000 euro per gli 8 locali più giardino distribuiti su 2 piani, a ristrutturare e mettere in sicurezza l’immobile che necessità di interventi di riqualificazione per la piena fruizione del museo, tuttora ospitato al primo piano dell’immobile. Dal 2016 la casa museo è gestita dall’associazione Proserpina che si è prodigata per migliorare la fruibilità del museo ed ha avviato percorsi didattici ed educativi anche per le scuole. Numerose anche le iniziative promosse con incontri e convegni cui ha partecipato il figlio del Nobel Alessandro Quasimodo legato al sito ed alla memoria della stessa famiglia.