Produttori cioccolato di Modica: “Ora decide il Ministero”

Produttori cioccolato di Modica: “Ora decide il Ministero”

La colomba di Pasqua “industriale” sostanzialmente piace e viene salutata positivamente da alcuni produttori del cioccolato di Modica, che hanno scritto alla nostra redazione per evidenziare la loro opinione. precisando che, in questo particolare momento di transizione, è il ministero che decide. La vicenda si riferisce alla messa in commercio della colomba pasquale da parte di un noto marchio che utilizza come ingrediente principale “la crema di cioccolato di Modica”. Abbiamo scelto una missiva in particolare che rispecchia perfettamente il punto di vista dei produttori di cioccolato che ci hanno scritto e che vi proponiamo integralmente di seguito.

Quale produttore di cioccolato, ritengo che sia un ottima occasione per dar maggior lustro a questo prodotto e portarlo ancor più all’attenzione dei consumatori accrescendo la platea dei conoscitori e degustatori. La sterile polemica innescata circa lo svilimento del prodotto come produttore non ci tocca, purtroppo non si vive di sola gloria e in particolare in un momento cosi drammatico per le aziende, siano esse locali che nazionali, avere la possibilità che un noto marchio contribuisca a sviluppare altri canali di vendita del cioccolato sicuramente è un beneficio per l’Igp, che non può vivere di sole tavolette. Molte delle Igp regionali, in particolare degli agrumi, del pistacchio, hanno il loro naturale impiego nella produzione di bevande, di marmellate, creme e cosi via, per cui non credo che tutti si siano accordati per svilire il loro Igp e certamente non lo hanno relegato solo alla vendita dei singoli frutti freschi o tal quale.

La dinamica del mercato sempre alla ricerca di eccellenze non può essere relegato alla volontà di singoli che arricciano il naso se il cioccolato diventa un ingrediente di un altro prodotto, e non
quando lo vedono allo scaffale di qualche discount. Per cui ben vengano altre aziende che inseriscano il cioccolato di Modica Igp come ingrediente caratterizzante e distintivo del loro prodotto e proprio perché il cioccolato di Modica è un prodotto di nicchia valorizzano oltre al loro prodotto anche il nostro cioccolato. Il consorzio di tutela del cioccolato modicano, peraltro, in questo momento di transizione non ha titolo per autorizzarne l’impiego, ma tutto al momento resta in capo al ministero, unico soggetto abilitato a rilasciare autorizzazioni, dopo attenta e scrupolosa valutazione.

LA COLOMBA AL CIOCCOLATO DI MODICA, C’E’ CHI SI DICE SCETTICO
Il pregiato cioccolato di Modica Igp diventa ingrediente della tradizionale colomba pasquale prodotta industrialmente da un famoso marchio nazionale, e il popolo social si indigna. La scelta, evidentemente operata dal Consorzio di tutela, che di questi tempi sta attraversando il periodo più difficile della sua relativamente breve storia, viene contestata con particolare veemenza sul web. Si argomenta dello svilimento del prodotto, che non potrebbe più essere considerato di nicchia, della svendita del marchio, della globalizzazione dannosa per il prestigio del dolce prodotto modicano. E poi ancora si punta il dito contro lo svilimento dell’artigianalità che da sempre contraddistingue il cioccolato di Modica come punta di diamante del territorio, che vi si immedesima e vi si ritrova, diventando un tutt’uno. Insomma, una autentica rivolta che sta avanzando in queste ore sui social da parte di modicani doc e non solo.