Impianto biometano Zimmardo Bellamagna: si decide il 7 luglio

Impianto biometano Zimmardo Bellamagna: si decide il 7 luglio

E’ stata rinviata al prossimo 7 luglio la decisione del Tar di Catania sulla realizzazione dell’impianto di biometano di contrada Zimmardo Bellamagna, territorio di Modica ma praticamente alle porte del centro abitato di Pozzallo. Si è deciso per il rinvio in quanto alcuni enti, chiamati dal tribunale amministrativo a depositare della documentazione, lo hanno fatto proprio a ridosso dell’udienza. I giudici non hanno quindi potuto esaminare gli atti per tempo. Una lotta che va avanti da tanto tempo e che vede contrapposti il Comune di Modica e quello di Pozzallo. Modica, com’è noto, ha concesso l’autorizzazione per la realizzazione dell’impianto di biogas. Pozzallo, invece, non è della stessa opinione. C’è da dire che negli ultimi mesi il fronte del no all’impianto ha cercato di spingere molto sulla tutela paesaggistica della zona interessata: lo ha fatto il Cspa raccogliendo le firme lo scorso anno, lo ha fatto il fronte modicano con una petizione inviata proprio alla Soprintendenza proponendo la nascita di un parco extraurbano, petizione tra l’altro firmata da illustri personaggi e aziende di grande importanza e lo ha fatto anche il sindaco di Pozzallo che nei giorni scorsi ha richiesto la verifica del rischio archeologico per contrada Bellamagna. La Soprintendenza dunque potrebbe giocare un ruolo fondamentale.