Giornate raccolta del farmaco: il covid non ferma la solidarietà

Giornate raccolta del farmaco: il covid non ferma la solidarietà

La macchina della solidarietà si è messa in moto con un risultato senza precedenti: tanti, tantissimi i cittadini che hanno voluto partecipare alla Giornata del farmaco 2021, che si è svolta dal 9 al 15 febbraio. Nonostante l’assenza dei tanti volontari che collaborano e aiutano nell’informazione sulla giornata e nella raccolta e suddivisione dei farmaci, in osservanza alle disposizioni anti covid, molte persone si sono recate nelle farmacie aderenti all’iniziativa proprio per donare un farmaco a chi ne ha bisogno. Oggi più che mai, data la crisi economica che molti stanno vivendo, la solidarietà è un tassello fondamentale nella vita comunitaria.

“Voglio ringraziare tutti coloro che hanno fatto una donazione al Banco Farmaceutico – spiega la dottoressa Elisa Salina (nella foto assieme alla figlia Carla), delegata della Fondazione Banco Farmaceutico per la provincia di Ragusa e coordinatrice dell’iniziativa – perchè donare significa offrire qualcosa che si ha a qualcuno che non ce l’ha o che non può permettersela. Questo è stato un anno difficile per tutti, pieno di incognite e di paure. Le donazioni ci sono state, come sempre e come ogni anno; non contiamo se sono state di più oppure di meno rispetto agli scorsi anni, l’importante è che anche quest’anno – conclude la dottoressa Salina – abbiamo dato a tante persone la possibilità di non dover scegliere se mangiare o curarsi”.

Nella provincia di Ragusa i punti di raccolta sono stati: Farmacia Ragusa22 e Farmacia Sciveres a Ragusa, Farmacia Amore, Farmacia Del mulino, Farmacia Roccasalva e parafarmacia Farmamotyca a Modica, Farmacia Scalia a Pozzallo. Gli enti che beneficeranno della raccolta saranno: Associazione Salvuccio Agosta, Istituto Maria Santissima del Rosario, Caritas Ragusa e Caritas Noto che provvederanno a distribuire i farmaci ai loro assistiti.