Sopralluogo congiunto sui problemi del porto di Pozzallo

Sopralluogo congiunto sui problemi del porto di Pozzallo

Sopralluogo congiunto al porto di Pozzallo tra i rappresentanti della Regione Siciliana, Assessorato Territorio ed Ambiente, dell’Amministrazione Comunale e della Capitaneria di porto al fine di affrontare le problematiche di maggior rilievo della struttura, da anni particolarmente esposto al fenomeno dell’insabbiamento causato dalle frequenti mareggiate invernali.

Il Comandante della Capitaneria di porto, Capitano di Fregata Donato Zito, ha rappresentato, in particolare, la necessità di procedere ad interventi incisivi e a lungo termine che permettano di ripristinare, prima della stagione estiva, le quote utili dei fondali dell’ingresso del sorgitore, rendendolo più sicuro e fruibile per la marineria ed il settore diportistico locale.

In tal senso la strada da perseguire per garantire degli idonei standard di sicurezza a
giudizio del Comandante Zito, è il dragaggio dei fondali del porto, con utilizzo del materiale
dragato per il ripascimento di altre aree del litorale ibleo. Tale soluzione è stata condivisa sia dal Sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna che da Francesco Moscuzza, rappresentante dell’Assessorato Territorio ed Ambiente, e tutti gli intervenuti hanno concordato un successivo incontro anche con i funzionari dell’Ufficio del Genio Civile dell’Assessorato delle infrastrutture e della mobilità della Regione Siciliana al fine di verificare la possibilità di predisporre un progetto condiviso e frutto della collaborazione tra Istituzioni statali, regionali e locali, per il raggiungimento di un obiettivo comune.

“Confido che la collaborazione istituzionale dimostrata nell’incontro odierno tra tutti gli intervenuti” – ha dichiarato il Comandante Zito – “ permetta di risolvere celermente l’annoso
problema dell’insabbiamento del porto piccolo di Pozzallo così da favorirne lo sviluppo
economico, sociale e turistico, quale nodo di congiunzione e di crescita per i diportisti e per
tutta la filiera locale della pesca”.