Vaccini ai non aventi diritto: sospesi 2 dirigenti per 30 giorni

Provvedimento di sospensione deciso dal direttore generale dell’Asp di Ragusa Angelo Aliquò a carico di 2 dirigenti dell’azienda sanitaria per il caso dei vaccini anti covid somministrati a soggetti che non ne avevano il diritto. I 2 funzionari sono stati sospesi per un mese e potrebbero rischiare il licenziamento, sulla base del prossimo esito degli accertamenti in corso. Il direttore generale dell’Asp ha firmato il provvedimento dopo avere verificato nei dettagli gli elenchi dei centri vaccinali e ha assunto la decisione in autotutela, facendo riferimento all’articolo 73 del contratti nazionale di lavoro.

“Non escludo il licenziamento dei responsabili” ha detto il presidente della Regione Nello Musumeci. Del caso di sta occupando l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, che ha subito dato indicazioni ai dirigenti dell’assessorato di iniziare gli accertamenti e, in caso di irregolarità, di applicare le sanzioni previste, che, in ultima istanza, come accennato, prevedono anche il licenziamento.