L’ospedale Giovanni Paolo II deve essere dotato di stroke unit

L’ospedale Giovanni Paolo II deve essere dotato di un reparto di terapia semintensiva neurologica. Lo ha stabilito il Tar di Catania con una sentenza che accoglie in pieno le ragioni avanzate dal Comune di Ragusa. Il tribunale amministrativo obbliga l’assessorato regionale alla Salute ad istituire la cosiddetta “Stroke Unit” entro sei mesi dalla pubblicazione della sentenza. Il reparto deve affiancare la divisione di Neurologia dell’ospedale ragusano. La Stroke Unit non era stata prevista dal piano elaborato dall’Asp di Ragusa e poi approvato dalla regione e questa scelta gestionale aveva innescato subito una presa di posizione da parte dell’allora presidente del consiglio comunale Giovanni Iacono a nome di tutto il civico consesso e dell’allora sindaco Federico Piccitto. La battaglia intrapresa portò ad una seduta aperta del consiglio comunale davanti all’ospedale e successivamente ad una audizione presso la Commissione sanità Ars. L’ordine del giorno approvato in quella seduta è stato fatto proprio dal Tar che lo ha più volte citato nella sentenza. Tocca ora all’assessorato regionale dar seguito alla senza dei magistrati del Tar dotando il nosocomio di un reparto funzionale per il miglior funzionamento della Neurologia.