Niente seconda dose di vaccino anti covid ai non aventi diritto

Niente seconda dose di vaccino anti covid ai non aventi diritto

L’Asp di Ragusa assume una decisione per certi versi inaspettata, ma sicuramente rigorosa: è stata difatti disposta l’immediata sospensione della somministrazione della seconda dose dei vaccini ai soggetti che non ne avevano diritto, perché non rientranti nel target della prima fase. E’ la prima risposta ufficiale dell’azienda sanitaria dopo i ben noti fatti di Scicli, ma non solo, dove alcuni soggetti non rientranti nelle casistiche specifiche sono stati comunque vaccinati con il “passaparola”.

L’Asp di Ragusa ha quindi deciso in tal senso sulla base di specifiche indicazioni da parte del competente assessorato. Niente seconda dose del prezioso vaccino per chi non aveva nessun diritto a ricevere neppure la prima. Saranno vaccinati con la seconda dose soltanto i soggetti che hanno ricevuto la prima dose ma rientranti nel target definito come “prima fase” dalle circolari regionali.

Da ora in avanti non incorreranno nei veti relativi al secondo richiamo quei soggetti convocati in buona fede per finalità di risparmio della spesa, volte ad esempio ad escludere la dispersione del vaccino in casi particolari, previa istanza dell’interessato da autorizzare di volta in volta dal responsabile del singolo punto vaccinale. Infatti, insieme al modulo di consenso, ogni soggetto dovrà presentare un’autodichiarazione che attesti la piena appartenenza al target definito dalle circolari regionali. Coloro i quali dovessero attestare false dichiarazioni saranno dunque denunciati penalmente alla autorità giudiziaria.