Le tele del 18° secolo riportate alla basilica Madonna delle Grazie

Le tele del 18° secolo riportate alla basilica Madonna delle Grazie

Hanno fatto ritorno a Modica dopo oltre mezzo secolo le 2 preziose tele dipinte ad olio, risalenti alla fine del XVIII secolo, opera del pittore Giovan Battista Ragazzi, e facenti parte di un ciclo pittorico di 7 dedicato alle vite dei Santi, custodito nella basilica minore del santuario Madonna delle Grazie, da dove se ne erano perse le tracce negli anni 70. A recuperare le 2 tele sono stati i carabinieri. Il ciclo pittorico, ora ricostituito nella sua completezza dopo decenni, costituisce un’importante testimonianza storica riferibile al contesto monastico conventuale dell’Ordine dei Mercedari Scalzi di Siviglia, a cui apparteneva la basilica minore: le 2 tele recuperate rappresentano infatti San Pietro Nolasco, fondatore dei Mercedari, e la Beata Marianna.

Le 2 opere erano sparite dalla chiesa, come accennato, già dagli anni 70 e nessuno, incredibilmente, se n’era mai accorto, fino a quando l’assenza delle tele è stata acclarata lo scorso luglio, in base ad una ricerca. I militari dell’Arma si sono avvalsi della banca dati delle opere d’arte illecitamente sottratte, il più grande database al mondo dedicato al recupero dei beni culturali e gestito dal comando carabinieri tutela patrimonio culturale.

Le informazioni raccolte hanno indirizzato i carabinieri ad un pittore defunto, il quale era stato impegnato nel restauro dei dipinti, ricevuti dal parroco del tempo, anch’egli morto. La figlia del pittore, assolutamente ignara della presenza delle opere nel vecchio studio del padre defunto, le ha subito restituite ai militari dell’Arma, che hanno a loro volta riportato le tele nell’originario luogo di appartenenza, dove ora potranno essere ammirate in tutto il loro splendore.