Abbate vuole la provincia di Ragusa arancione o gialla

Abbate vuole la provincia di Ragusa arancione o gialla

Provincia di Ragusa arancione, se non addirittura gialla, alla luce dei pochi contagi covid che si registrano rispetto alle altre zone della Sicilia, al momento tutta zona rossa: è la richiesta che il sindaco di Modica Ignazio Abbate ha avanzato al presidente della Regione Nello Musumeci, che invece aveva invocato a Roma la zona rossa per tutta la regione. Proprio alla luce di ciò è molto difficile che la richiesta di Abbate venga accolta. Ma in ogni caso il sindaco di Modica ci prova, a differenza degli altri colleghi iblei. Dove sono gli altri sindaci del Ragusano? Condividono o no la posizione netta assunta da Abbate? “Invito il Presidente della Regione – si legge nella missiva che il sindaco di Modica ha inviato al presidente della Regione – a rivedere la propria posizione e a emettere un’ordinanza che faccia uscire la Provincia di Ragusa dalla zona rossa perché è palese che i danni che la zona rossa provocherà alle famiglie e alle aziende non sono assolutamente giustificabili dalla situazione epidemiologica attuale.

Chiediamo un atto di responsabilità anche per dare il giusto riconoscimento ai cittadini iblei che hanno dato dimostrazione di grande senso di responsabilità e senso civico, partecipando oltre ogni aspettativa agli screening di massa in modo da consentirci l’isolamento degli asintomatici. In questo modo siamo riusciti a bloccare la curva dei contagi che da diverse settimana è in netta discesa. L’emanazione dell’ultima ordinanza viene vista dunque come una mortificazione del senso civico di alcune comunità siciliane che si trovano ad essere punite per colpe altrui e che in questo modo si allontanano inevitabilmente dalle istituzioni. A mio modesto giustizio – conclude Abbate – così facendo la politica si allontana sempre di più dal comune cittadino”.