Annata olearia negli Iblei: quantità discreta, qualità eccelsa

Una produzione discreta sul piano quantitativo, e per giunta non omogenea su tutto il territorio ibleo, a fronte però di un prodotto di qualità davvero eccelsa. In attesa dei dati definitivi di febbraio, sono poco meno di 1.900, fino ad ora, i quintali di olio certificati. La produzione, abbastanza limitata, è frutto, tra le altre cose, di un’estate poco piovosa, che, se da un lato ha offerto un’accelerazione alla maturazione precoce delle olive, dall’altro non ha garantito alle colture l’alimento principe per assicurare un abbondante raccolto. Come dire, insomma, poco ma molto buono.