Un’estate di studi all’estero: iscrizioni fino al 20 gennaio

Un’estate di studi all’estero: iscrizioni fino al 20 gennaio

Ultimi giorni per iscriversi al concorso di Intercultura e vivere un’estate all’estero. Per gli studenti delle scuole superiori siciliane il giorno da cerchiare in rosso sul calendario è quello del 20 gennaio 2021, giornata in cui si chiuderanno le iscrizioni. In questi mesi non si è mai fermata la volontà delle giovani generazioni di partire per programmi di mobilità studentesca. Tanti studenti guardano al futuro, sperando in uno scenario diverso e pianificano di poter fare un’esperienza indimenticabile di vita e di studio all’estero. Per questo Crai Gruppo Radenza ha deciso di sostenere l’Associazione onlus Intercultura e istituire 3 borse di studio per programmi estivi di approfondimento linguistico di 4 settimane, in Danimarca, Irlanda (Cork, Dublino, Sligo e Wexford), Regno Unito (Galles), Russia e Spagna (www.intercultura.it/estivi). Le borse sono destinate a studenti meritevoli, residenti e iscritti in una scuola secondaria di II grado in Sicilia. In particolare, due borse di studio saranno assegnate a studenti residenti in Sicilia e la terza agli adolescenti della zona di Ragusa che abitano nei Comuni con i seguenti CAP: 97100, 97010, 97014, 97015, 97016, 97018.

L’iniziativa è rivolta agli studenti nati tra il 1° giugno 2002 e il 31 luglio 2006, con media scolastica degli ultimi 2 anni (a.s. 2018-2019 e a.s. 2019-2020) uguale o superiore all’8 e con reddito familiare fino a 65.000€. Gli interessati potranno partecipare alle selezioni per le borse di studio iscrivendosi sul sito di Intercultura, entro il 20 gennaio 2021. Tutte le informazioni sono disponibili qui.

Nonostante le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria in corso, anche per l’anno scolastico in corso c’è chi ce l’ha fatta a partire. Ad oggi sono quasi 400 gli studenti di tutta Italia che hanno voluto confermare la loro scelta di vivere e studiare all’estero con Intercultura per l’anno scolastico 2020-21. Altri ragazzi potrebbero aggiungersi nei primi mesi del 2021, per quei Paesi per cui la partenza è stata prudenzialmente rimandata. Tra chi è all’estero in questo momento, una trentina sono partiti dalla Sicilia suddivisi tra Austria, Rep Ceca, Danimarca, Germania, Francia, Ungheria, Irlanda, Lettonia, Olanda, Polonia, Svizzera e Uruguay.

In alcuni casi, anche all’estero diversi ragazzi si sono dovuti misurare con le problematiche relative alla didattica a distanza, ma questo non ha frenato il loro entusiasmo. Tra mascherine, dispositivi igienizzanti e tanta voglia di ricominciare, la vera sorpresa che fa da collante all’esperienza di ognuno di loro è la curiosità verso un sistema scolastico diverso che riserva sorprese ogni giorno.