Il “grande bluff” delle tariffe aeree per la continuità territoriale

Il “grande bluff” delle tariffe aeree per la continuità territoriale

Soddisfazione per un traguardo raggiunto, ma anche qualche punto di domanda. A breve Alitalia darà il via ai voli per Roma e per Milano dalla Sicilia in regime di continuità territoriale. La gara bandita da Enac è stata vinta dalla compagnia di bandiera che ha programmato 2 voli quotidiani per Roma Fiumicino ed uno per Milano Linate. Per Roma il primo volo in partenza dal Pio La Torre di Comiso è alle 8,20 ed il secondo alle 18. Da Roma il ritorno alle 9.50 e alle 21.05. Per Milano Linate il volo da Comiso è alle 12.10 ed il ritorno alle 14.45. La possibilità di raggiungere le 2 città da Comiso ogni giorno della settimana e con orari molto accessibili è certamente il punto di vantaggio per l’aeroporto ibleo che incrementa così il suo traffico, da oltre un anno declinante, se non addirittura in picchiata. Il punto dolente del bando restano le tariffe nonostante il regime di continuità territoriale garantito ai residenti in Sicilia.

I prezzi imposti da Alitalia non sono proprio a portata di mano. Per andare e tornare da Roma bisognerà pagare 132 euro con una tariffa Flex che garantisce anche il bagaglio da stiva. Per Milano i biglietto di andata e ritorno è fissato a 151 euro. Le aspettative dei consumatori erano certamente ben altre e non si capisce quale sia la convenienza per quanti risiedono in Sicilia. Il mercato offre voli più convenienti sia per Roma sia per Milano partendo da Catania ed il passeggero quando sceglie di volare bada sempre più alla convenienza anche a scapito anche della comodità.

Ryanair che opera da Comiso per Milano, a novembre, per esempio, propone un prezzo di 9,99 euro a tratta e quindi di circa 20 euro andata e ritorno, per cui la politica dei prezzi praticata da Alitalia appare penalizzante anche perché nel bando venivano annunziate ben altre, e ben più economiche tariffe. Difficile a questo punto condividere gli entusiasmi di quanti in questi giorni hanno salutato l’avvio dei voli per Milano e Roma. Bene le tratte ma bisognerà abbassare i prezzi per i residenti in Sicilia perché il servizio offerto da Alitalia corrisponda alla filosofia originaria del legislatore che ha sovvenzionato i voli con denaro pubblico per garantire tariffe accessibili.