Modica vede di nuovo la luce… calda. Ultimo vertice operativo

Modica vede di nuovo la luce… calda. Ultimo vertice operativo

La questione luci sembra essere ormai arrivata al punto decisivo. L’ultimo tavolo tecnico tra amministrazione, sovrintendenza e ditta appaltatrice, peraltro sollecitata da un gruppo di cittadini, ha fatto il punto della situazione, stavolta in maniera definitiva e chiara. Le luci del centro storico, oggi di 3.000 gradi kelvin, saranno sostituite con quelle di 2.200°. Un progetto peraltro già avviato in poche zone del centro storico, tra cui la zona del Castello ma che sarà esteso seguendo una precisa mappa degli interventi che l’impresa appaltatrice si è impegnata rispettare. Scompariranno del tutto le luci effetto giallo, almeno nel centro storico che erano state installate circa 15 anni fa.

Al momento la città guardata dall’alto appare tricolore con luci gialle, bianche intense ed un minimo di luci bianche ad alto valore energetico. L’operazione di rinnovamento energetico partirà da Palazzo degli Studi per proseguire poi con il quartiere Cartellone al di sotto della via Exaudinos e con tutto il quartiere Castello. In seguito, primi mesi del 2021, toccherà anche a tutto il resto del centro storico per un totale di 1.800 corpi illuminanti.