“Derby” chiesa rupestre S. Nicolò inferiore e Via delle Collegiate

“Derby” chiesa rupestre S. Nicolò inferiore e Via delle Collegiate

Il “derby” continua: tra la Chiesa rupestre di S. Nicolò inferiore e la Via delle collegiate è quasi un testa a testa per essere inserite nella classifica italiana dei Luoghi del Cuore voluta dal Fai (Fondo Ambiente Italiano).

La Via delle Collegiate (chiese di San Giorgio, San Pietro e Santa Maria di Betlem), pur se partita più tardi con la raccolta delle firme, ha totalizzato fino al 20 settembre 10.600 voti raggiungendo il 5° posto nella classifica nazionale mentre la chiesa di S. Nicolò è a quota 8.092. I 19 mila voti raccolti tra i due partecipanti costituiscono un dato molto positivo e pongono all’attenzione la città. Fino al 15 dicembre, data di chiusura delle votazioni, i due progetti sono destinati ad un testa a testa con i supporter dei rispettivi progetti impegnati al massimo. A prescindere dal risultato finale resta il rammarico di una città che non riesce a fare sistema anche nel progetto Fai e preferisce “duellare” piuttosto che muoversi in modo compatto. L’amministrazione comunale dal suo canto non è riuscita a trovare il punto di equilibrio tra i due progetti quando sarebbe stato più semplice e soprattutto ragionevole puntare su un progetto per questa edizione del Fai e rinviare l’altro alla prossima edizione.

La Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore punta con “I Luoghi del cuore” a reperire quelle risorse che servono per recuperare al meglio un sito di grande interesse storico culturale. Il progetto della Via delle Collegiate mira, invece, alla tutela di paramenti, calici, ostensori che costituiscono un vero tesoro per ciascuna delle maggiori Chiese della città, San Giorgio, San Pietro e Santa Maria di Betlem, erette a Collegiate Insigni durante il XVII secolo.