E’ partita da Chiaramonte la campagna olearia 2020

E’ partita da Chiaramonte la campagna olearia 2020

Con la prima spremitura di olive è partita da Chiaramonte la campagna olearia 2020. Alla “prima” al frantoio Cultrera erano presenti i vertici regionali e nazionali della Coldiretti, Unaprol, e Ismea. Per l’occasione è stato presentato il rapporto “L’olio italiano al tempo del Coronavirus”. La stagione 2020 sarà caratterizzata da un calo del 20% del prodotto rispetto alle 360.000 tonnellate di olio della campagna 2019 a causa delle anomalie climatiche che hanno interessato la Sicilia al momento della fioritura. Proprio a Chiaramonte è stata dato il via alla prima molitura in Italia e l’olio è già disponibile per il consumo. Secondo Francesco Ferreri, presidente regionale della Coldiretti: “Prevediamo una buona produzione anche se registriamo in alcune zone delle problematiche. Dal punto di vista qualitativo abbiamo delle buone impressioni”. Anche per Mario Terrasi, presidente della Oleum Sicilia c’è da attendersi una qualità eccellente dell’olio siciliano anche se ci sarà una flessione produttiva.