Si spendono milioni per il tribunale di Ragusa, locali Modica chiusi

Si spendono milioni per il tribunale di Ragusa, locali Modica chiusi

Spuntano novità, e le rendono note i 5 stelle, sulla controversa vicenda del tribunale di Ragusa e sull’ex Tribunale di Modica. Il M5S di Modica ritiene difatti “Fuori da ogni logica spendere 24 milini di euro per ulteriori locali a Ragusa e al contempo lasciare chiusi i locali di Modica, ancora nuovi di zecca e costati 12 milioni. In questi giorni – si legge nella nota grillina – sta circolando un documento del Settore III del Comune di Ragusa (Governo del Territorio – Centro Storico – Urbanistica ed Edilizia Privata) dal titolo: “Avviso Pubblico Informale di sollecitazione di proposte di iniziativa privata ex art. 183, commi 15 e 16, d.lgs. n. 50/2016 connesse ad un Contratto di Disponibilità o altre forme di Partenariato Pubblico Privato (PPP) per l’acquisizione, il completamento e la messa a disposizione dell’Amministrazione Comunale di Ragusa di “Palazzo Tumino” al fine di destinarlo a “cittadella giudiziaria”, uffici della GDF e uffici comunali”.

Dalle righe del documento, – continua la nota M5S di Modica a firma Marcello Medica – si evince che il Comune di Ragusa si è già attivato per acquisire il palazzo Tumino (un edificio privato), procedere alla sua ristrutturazione e quindi, nella maggior parte degli spazi ricavati insediare il Tribunale con un impegno di spesa totale previsto di 24 milioni di euro.

In questa vicenda due cose ci sorprendono: che ad oggi, nonostante tale documento porti la data del 30 luglio scorso, unico a chiedere chiarimenti sulla scandalosa vicenda che vi si palesa, sia stato il portavoce del M5S, Sergio Firrincieli, consigliere comunale di Ragusa, mentre nel piatto silenzio sono rimasti finora i paladini del campanile modicano.

La seconda: perché nel contingente momento di estrema crisi, l’Amministrazione Comunale ragusana si prefigge di sottrarre 24 milioni di denaro pubblico a scopi più impellenti, e replicare con questi soldi sul suo territorio la struttura già esistente a Modica? Il M5S di Modica, nel ribadire che quanto si sta pian piano rendendo concreto è fuori da ogni logica di pianificazione, risparmio della spesa pubblica e di coordinamento e raccordo tra vari enti a tutti i livelli coinvolti, ci tiene a precisare che continuerà a lavorare per il riutilizzo dei locali modicani a fini giudiziari, mettendo a nudo i fatti che man mano si consumano per mettere al corrente la cittadinanza e affinché ognuno si assuma la propria responsabilità di fronte a simili scelte scellerate. Il M5S di Modica – conclude la nota di Medica – stigmatizza il silenzio di tutti coloro che a parole si definiscono a favore del tribunale di Modica ma nei fatti continuano a tacere, nonostante il consumarsi dell’ennesimo spreco di risorse a danno della collettività”.