Pd: “San Giacomo è la “Cenerentola” del territorio ragusano”

Pd: “San Giacomo è la “Cenerentola” del territorio ragusano”

Nonostante i proclami e le promesse, la frazione rurale di San Giacomo continua a rimanere uno dei territori di Ragusa meno sottoposto all’attenzione dell’amministrazione comunale. “E lo dico con rammarico – chiarisce il consigliere comunale del Pd, Mario Chiavola – perché sembrava che questa amministrazione volesse cambiare tendenza rispetto al passato. E invece…”. Invece, ci si confronta sempre con le stesse problematiche. Come quella, ad esempio, riguardante il sopralluogo effettuato il 19 agosto del 2018 da parte della Giunta municipale, con tecnici al seguito, con riferimento a un incrocio importante della frazione, per attivare procedure di messa in sicurezza. “E, invece, a distanza di tempo – ha sottolineato Chiavola in aula – nulla di tutto questo. Ci attendiamo l’apposizione di bande rumorose, di segnali luminosi indicanti la velocità e i punti di patente che si perdono superando i limiti, così come succede in altre zone della città; e, ancora, la delimitazione di una banchina e la realizzazione delle strisce pedonali. Nulla di tutto questo, finora, è accaduto. Speriamo che ci si possa muovere almeno nei prossimi giorni perché stiamo parlando di un crocevia molto pericoloso rispetto a cui sono necessari interventi specifici”.

Chiavola, poi, sollecita gli interventi di scerbatura lungo le vie del centro urbano di San Giacomo. “Mi era stato assicurato dall’assessorato al ramo – afferma ancora il consigliere del Pd – che qualcosa sarebbe accaduto nel corso della scorsa settimana. I giorni sono trascorsi e ancora nulla si è verificato rispetto a ciò che era stato annunciato. Speriamo in qualche intervento almeno nei primi giorni del mese di agosto”. Mancano poi gli interventi sulla pubblica illuminazione. La carenza si nota ovunque per le vie della frazione. “Gli ultimi interventi del genere – precisa Chiavola – risalgono a metà degli anni 80”.