Boom iscrizioni in graduatoria futuri docenti. Corsa alle supplenze

Boom iscrizioni in graduatoria futuri docenti. Corsa alle supplenze

Attiva da qualche giorno e fino alle ore 23.59 del 6 prossimo agosto la procedura, interamente digitalizzata, per l’inserimento nelle graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze di maestri ed insegnanti. Le domande devono essere presentate attraverso l’applicazione “Istanze on Line (Polis)”, utilizzando le credenziali Spid, o in alternativa, un’utenza valida per l’accesso ai servizi del Miur. Si potrà richiedere di partecipare alla procedura in un’unica provincia. La procedura è aperta anche ai supplenti non abilitati che si possono iscrivere per un’intera provincia e non più solamente per un numero limitato di istituti. Il Miur, inoltre, ha anche dato la possibilità di iscriversi da semplici studenti iscritti a scienze della Formazione primaria già dal terzo anno. Novità non da poco, che hanno fatto balzare i numeri alle stelle.

Infatti, risultano oltre 140.000 le domande finora inserite, di cui più di 11.000 le domande di iscrizione degli aspiranti maestri ed insegnanti siciliani nelle graduatorie dell’Isola. Numeri molto al di sopra dei posti disponibili: addirittura nessun posto alla primaria e nella scuola dell’infanzia in tutta l’Isola e solamente 679 posti nella scuola secondaria. C’è quindi da immaginare che molti aspiranti insegnanti del Sud abbiano pensato di recidere il cordone ombelicale con la propria Terra per cercare fortuna al Nord. Chi ha una famiglia dovrà lasciarla per un anno o fino al 30 giugno, tanto la durata delle supplenze, e trasferirsi magari in una stanza presa in affitto. Vista la crisi economica e l’ulteriore crisi occupazionale innescata dall’emergenza sanitaria è uno stipendio di tutto rispetto. Ma a parte la nostalgia di casa, tolte le spese per vitto ed alloggio resta poco o nulla: l’agognato punteggio e la speranza in futuro di un posto di ruolo.