Ispica celebra la sua Santa Patrona Madonna del Carmine

Ispica celebra la sua Santa Patrona Madonna del Carmine

Ispica in festa, con tutti gli accorgimenti necessari al contenimento della pandemia da covid, per la Santa Patrona, la Beata Vergine Maria del Monte Carmelo comunemente detta Madonna del Carmine, a cui la citta è consacrata. Da martedì scorso diverse liturgie scandiscono l’arrivo della festa che raggiungerà il culmine, con la celebrazione delle 5 messe tradizionali, giovedì 16 luglio, giorno in cui fu istituita dalla Chiesa Cattolica per commemorare l’apparizione a San Simon Stock, all’epoca priore generale dell’ordine carmelitano avvenuta proprio il 16 luglio del 1251.

Il Santuario rimarrà aperto per l’intera notte. Al termine di ogni celebrazione Eucaristica inoltre avverrà la tradizionale benedizione del pane. Nella mattinata di giovedì ci sarà la consacrazione delle bambine e dei bambini vestiti con il tradizionale abito carmelitano con l’imposizione dell’Abitino e la benedizione dei devoti che offriranno gli ex-voto e la cera votiva. La giornata proseguirà alle 11 con la celebrazione all’interno del Santuario presieduta da Mons. A. Giurdanella ed alle 20 con la Concelebrazione Eucaristica ed il rito di affidamento alla Madonna da parte del sindaco e del parroco con la consegna delle chiavi della città alla Santa Patrona. Tutte le celebrazioni si svolgeranno all’aperto nel piazzale antistante il Santuario e, per chi lo desiderasse, tutti i fedeli sono invitati da questa sera a mezzanotte ad accendere un lumino dinanzi la propria abitazione ed a lasciarlo acceso tutta la notte in segno di devozione verso la Madonna.