Sicurezza sui luoghi di lavoro: manifestazione della Cgil

Sicurezza sui luoghi di lavoro: manifestazione della Cgil

Dopo il lockdown di questi mesi la Cgil è tornata a manifestare, con la massima osservanza delle misure anti contagio, ed è stato importante uscire fuori per rendere nota la questione sicurezza dentro i luoghi di lavoro. Non solo il rischio da contagio covid, ma sicurezza a 360 gradi. Non si vuole un ritorno alla realtà per come è stata lasciata, fatta di precarietà e insicurezza, di incidenti quotidiani. Serve ora concentrarsi per la ripresa mettendo al centro la salute, a partire dall’applicazione concreta del protocollo del 24 aprile scorso e al tempo stesso mettere il tema della sicurezza al centro.

“Non dobbiamo permettere – commenta Peppe Scifo, segretario generale della Cgil di Ragusa – che la crisi economica dovuta all’epidemia venga affrontata dalle imprese, come è avvenuto in passato, facendo tagli alla sicurezza a discapito della salute e della vita delle lavoratrici e dei lavoratori. Oggi ricorre il 50° anniversario dell’approvazione dello Statuto dei Lavoratori e proprio qui è affrontato anche il tema della sicurezza e soprattutto il ruolo attivo dei lavoratori. L’art. 9 Infatti stabilisce: “I lavoratori, mediante loro rappresentanze, hanno diritto di controllare l’applicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e di promuovere la ricerca, l’elaborazione e l’attuazione di tutte le misure idonee a tutelare la loro salute e la loro integrità fisica”.
Oggi più che mai va difeso lo Statuto e rendere quanto più attuale l’applicazione dentro i luoghi di lavoro”.