Scarti di amianto e rifiuti speciali sanitari abbandonati in strada

Scarti di amianto e rifiuti speciali sanitari abbandonati in strada

Scarti di amianto e persino rifiuti speciali sanitari, tra cui siringhe usate: è la situazione a dir poco disastrosa che si registra lungo la strada comunale ex provinciale 76, completamente abbandonata a se stessa. La denuncia arriva dal consigliere comunale M5S di Ragusa Giovanni Gurrieri, che mette in evidenza come si tratti di un’arteria stradale dell’altopiano ragusano che offre panorami molto suggestivi. “E’ bellissima e caratteristica – afferma Gurrieri – in quanto percorre, tra l’altro, le contrade Zannafondo, Marchesa e Grotta di Ferro. E, come se non bastasse, insistono in zona una ottantina di posti letto di strutture ricettive di una certa rilevanza, fatte sorgere al cospetto di carrubi e ulivi secolari. Tra gli altri aspetti più interessanti si registra la presenza di antiche edificazioni tra le più importanti dell’area. Tra queste, in particolare, Torre Mastro, una delle più risalenti masserie fortificate del nostro territorio comunale.

Insomma, esempi di architettura rurale davvero eccelsi. A fronte di tutto ciò, si registra l’abbandono di rifiuti di ogni genere, anche pericolosi come abbiamo purtroppo riscontrato. Ma non solo. Il fondo stradale è completamente dissestato. Per non parlare di una frana che si è verificata cinque mesi fa, debitamente segnalata dalle fettucce del Comune, ma senza che nessuno si sia ancora preoccupato di intervenire seriamente per cercare di ripristinare il tutto. La carreggiata è ristretta, in alcuni tratti, a causa della vegetazione di terreni incolti e poco curati che va a finire proprio sulla sede stradale. Chiediamo all’ente di palazzo dell’Aquila, e in particolare al neoassessore comunale alle contrade, un intervento sostanziale per fare in modo che la situazione possa tornare il prima possibile alla normalità, dando risposte specifiche ai residenti – conclude Gurrieri – e agli operatori di quest’area”.