L’impianto distribuzione carburanti in centro a Ispica verrà smantellato

L’impianto distribuzione carburanti in centro a Ispica verrà smantellato

“L’impianto di distribuzione carburanti a Ispica verrà chiuso e definitivamente smantellato”: lo comunica ufficialmente Eni con una nota. “Di conseguenza – si legge nel comunicato ufficiale – i lavori di adeguamento finalizzati a rendere la stazione di servizio compatibile con sopravvenute norme in materia di sicurezza della circolazione stradale, seppure legittimamente autorizzati da tutti gli enti preposti, non verranno realizzati. Eni conferma così la propria attenzione nei confronti della comunità locale – chiude la nota – e valuterà con l’amministrazione comunale la possibilità di delocalizzare l’impianto in un’altra area”. I residenti e soprattutto gli inquilini degi 3 immobili che distavano appena un metro dal distributore di carburanti, hanno quindi vinto la loro battaglia, anche grazie al buonsenso dimostrato dai vertici Eni.

“La singolarità della vicenda – riportava la nota inviata alla nostra redazione dai residenti – è che i proprietari degli immobili ricadenti nel marciapiede oggetto dei lavori di trasformazione in area di servizio, fino a quel momento, non erano stati informati di nulla, vedendosi di punto in bianco fortemente limitato l’accesso e l’ingresso anche di una semplice barella, qualora ce ne fosse bisogno, nell’abitazione di una 87enne disabile. Senza contare – chiudeva la nota – l’inquinamento ambientale dovuto alle esalazioni del carburante e l’inquinamento acustico causato all’aumento del traffico cittadino nel centro storico di Ispica”.

I lavori erano fermi dal 24 novembre 2018 per espressa richiesta dell’amministrazione comunale, che, in sede di sopralluogo, aveva preso atto delle criticità, annunciando un incontro con i vertici dell’azienda proprietaria della stazione di servizi per addivenire ad una soluzione, in primis lo spostamento della struttura in una zona più consona, circostanza ora confermata ufficialmente dalla stessa Eni.