Carenza di organico al tribunale di Ragusa, attività giudiziaria a rischio

Carenza di organico al tribunale di Ragusa, attività giudiziaria a rischio

Grosse difficoltà nell’espletamento quotidiano dell’attività giudiziaria al tribunale di Ragusa: lo rileva l’ordine degli avvocati di Ragusa, che, con una nota inviata al presidente della corte d’appello di Catania, al presidente del tribunale di Ragusa, ai sindaci e ai deputati iblei, delinea un quadro molto preoccupante. Al tribunale di Ragusa c’è difatti una pesante carenza di organico, ma la situazione diventerà ancora più critica nei prossimi giorni perchè, secondo quanto denunciato dall’ordine degli avvocati, l’organico effettivo dell’ufficio giudiziario della sezione civile subirà ulteriori tagli per effetto del collocamento a riposo del presidente Barracca e del trasferimento del giudice Montalto, ma anche la sezione lavoro perderà una unità con il trasferimento alla sezione penale del giudice Dimartino.

Per l’ordine degli avvocati di Ragusa è dunque indispensabile che in tempi rapidi le istituzioni promuovano un incontro con il ministro della giustizia e con il vicepresidente del Csm, per segnalare lo stato di gravissimo disagio e avviare le procedure per la rivisitazione della pianta organica del tribunale di Ragusa, prevedendo l’inserimento di almeno altre 2 unità, concretizzando l’immediata copertura dei posti vacanti attraverso la dichiarazione di sede disagiata, come già avvenuto per altre sedi giudiziarie siciliane, con la temporanea applicazione di magistrati distrettuali o extra distrettuali.