Dieci ore di attesa al pronto soccorso del Giovanni Paolo II

Dieci ore di attesa al pronto soccorso del Giovanni Paolo II

“Oltre 10 ore di attesa per una visita al pronto soccorso dell’ospedale Giovanni Paolo II”: lo dichiara il presidente dell’associazione politico culturale Ragusa in Movimento Mario Chiavola in una lettera aperta indirizzata alla direzione generale dell’Asp di Ragusa, guidata dal direttore generale Angelo Aliquò, a proposito dei numerosi disagi che continuano a registrarsi. Chiavola assume come punto di riferimento il caso di una signora che, entrata in pronto soccorso venerdì per un dolore alla spalla, alle 6 del mattino, ne è uscita alle 16,30, ovvero più di 10 ore dopo, senza che abbia visto un medico. “E purtroppo – sottolinea il presidente di Ragusa in Movimento – non è un caso emblematico ma sembra essere quasi la normalità”. Nella lettera aperta, Chiavola lancia dunque un appello ad Aliquò, sollecitandolo “A fare sino in fondo la propria parte per reclamare l’attenzione che il Pronto soccorso di Ragusa merita, altrimenti – conclude la nota – siamo pronti a scendere in piazza, a fare le barricate, se necessario, per potere contare su un Pronto soccorso che sia degno di questo nome”.