Approvato il bilancio di previsione: 228 milioni disponibili

Approvato il bilancio di previsione: 228 milioni disponibili

Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa torna ad avere un bilancio di previsione: il Commissario straordinario Salvatore Piazza, con i poteri dell’assemblea consortile, ha difatti approvato il bilancio di previsione 2019, dopo che il collegio dei revisori, composto dal presidente Roberto Gissara e dai componenti Francesco Basile e Giovanna Scifo, ha dato parere favorevole. L’ultimo bilancio approvato dal Libero Consorzio Comunale porta la data del 29 dicembre 2017 e venne deliberato dal Commissario straordinario dell’epoca Dario Cartabellotta.

Si è potuto procedere all’approvazione dello strumento finanziario grazie alle norme inserite nel Decreto Crescita convertito nella legge 58/2019 che hanno previsto il trasferimento ai Liberi Consorzi e alle Città Metropolitane della Sicilia di ulteriori 100 milioni di euro e la facoltà di poter approvare il bilancio di previsione per la sola annualità 2019. Con queste 2 condizioni e in forza dei trasferimenti regionali l’Ente ha potuto ripristinare gli equilibri di bilancio. La mancata ‘strutturabilità’ delle risorse trasferite non ha consentito comunque di garantire gli equilibri per il 2020 e il 2021 e pertanto il bilancio previsionale triennale per gli anni successivi è stato approvato solo in forma conoscitiva.

Su un totale di 228 milioni di euro il bilancio prevede 47 milioni circa per la spesa corrente e circa 150 milioni per investimenti. A carico del bilancio i principali stanziamenti riguardano gli interventi urgenti nella viabilità provinciale e nell’edilizia scolastica e patrimoniale nonché le spese di funzionamento degli istituti scolastici superiori per un totale di 1,8 milioni di euro. Sono state previste azioni minime per l’istituzione dei percorsi siciliani letterari, per la partecipazione al Vinitaly, in modo da promuovere il Cerasuolo di Vittoria e consentire alle aziende produttrici di partecipare nonché servizi e attività per la piena valorizzazione del Palazzo La Rocca di Ragusa Ibla. Una scelta ‘politica’ ha riguardato quello di stanziare circa 250.000 euro per la raccolta dei rifiuti speciali e ingombranti delle strade extraurbane per ridare dignità al territorio ibleo.