Cassì contro gli “sporcaccioni”: multe fino a 300 euro

Cassì contro gli “sporcaccioni”: multe fino a 300 euro

Il sindaco Peppe Cassì dichiara “guerra” agli “sporcaccioni della monnezza” con multe fino a 300 euro in relazione al corretto smaltimento dei rifiuti. “Il sistema di raccolta differenziata spinta, che ha portato Ragusa a essere il primo capoluogo in Sicilia per percentuale di rifiuto differenziato (70% circa) – dice Cassì – prevede, e lo sapevamo già, un periodo di adeguamento: come amministrazione abbiamo il dovere di accompagnare i cittadini in questo percorso ma anche di reprimere con fermezza ogni fenomeno di inciviltà. Purtroppo alcuni cittadini persistono nell’abbandonare rifiuti in strade urbane ed extraurbane, danneggiando l’intera comunità. E’ un fenomeno inaccettabile, per il quale stiamo predisponendo telecamere e controlli, e che ora potenzieremo ulteriormente attraverso tre iniziative tra loro sinergiche.

Partiamo innanzitutto dall’aumento della sanzione, che abbiamo innalzato a 300 euro: essere privi dei mastelli o abbandonare un solo sacchetto costerà più o meno come un anno di Tari. La seconda novità – aggiunge il sindaco – riguarda la possibilità di rateizzare il debito Tari pregresso in più tempo, fino a 36 mesi. Terza iniziativa, un incremento dei controlli con gli agenti stagionali di Polizia Municipale che andranno a potenziare il servizio di verifica porta a porta già esistente. Infine, rivolgo un appello direttamente a chi ancora irresponsabilmente abbandona: ma davvero volete vivere in una città con i sacchetti in strada? Davvero volete continuare a uscire di nascosto a tarda sera, come ladri? Prima o poi – conclude il primo cittadino – sarete inevitabilmente individuati, con pessima figura e sanzione del caso”.