La Regione revoca le autorizzazioni per l’impianto di Cuturi

La Regione revoca le autorizzazioni per l’impianto di Cuturi

La Regione Siciliana ha comunicato alla giunta Giannone l’avvio della procedura di revoca e annullamento dell’Aia, l’autorizzazione integrata ambientale rilasciata a suo tempo in favore della azienda Acif, per l’impianto di trattamento rifiuti in contrada Cuturi, territorio di Scicli. A darne notizia il sindaco Enzo Giannone e l’assessore Viviana Pitrolo (foto). “L’assessorato all’Energia, Dipartimento Acqua e rifiuti – si legge nella nota del comune – ha preso atto dell’ordinanza con cui il Comune di Scicli alcuni abusi edilizi per l’ampliamento dell’impianto di contrada Cuturi. Il Comune aveva disposto infatti l’immediata sospensione dei lavori, e subito dopo la demolizione delle opere abusive. Il Comune ha anche negato la possibilità di sanare gli abusi edilizi, e in questo senso il Tar di Catania ha avallato l’operato degli amministratori di Scicli. Per tali ragioni – prosegue la nota – l’assessorato regionale all’energia ha avviato l’iter per la revoca delle autorizzazioni alla ditta.

Si ricorderà, che la questione ambientale in contrada Cuturi era stata al centro del programma elettorale del sindaco, e che l’amministrazione ha chiesto e ottenuto diverse audizioni dal Presidente della Regione e presso il competente assessorato regionale al fine di rappresentare l’interesse della comunità alla preservazione da fenomeni di inquinamento e rischio ambientale. Il risultato odierno – conclude il comunicato del municipio – è il frutto di un lavoro lungo, faticoso, complesso, fatto a volte di silenzio, ma soprattutto di atti giuridici concreti”.