I funerali di Iemmolo. L’ex sindaco Buscema: “Aspettaci in paradiso”

I funerali di Iemmolo. L’ex sindaco Buscema: “Aspettaci in paradiso”

La chiesa di San Pietro sabato mattina era stracolma di parenti e amici commossi per l’ultimo saluto al 55enne Piero Iemmolo, il medico chirurgo morto a causa di un incidente stradale. Il rito funebre è stato officiato dall’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice, amico fraterno di Piero Iemmolo, dal vescovo di Piazza Armerina Mons. Rosario Gisana e dal parroco padre Antonello. Sulla bara erano incisi i versi del Padre Nostro. Numerose le testimonianze di affetto e cordoglio. I due alti prelati hanno tracciato, in particolare, la figura di Piero Iemmolo come un uomo buono, semplice, cordiale e disponibile con tutti. Era noto il suo impegno nel sociale, proprio nella parrocchia di San Pietro. Il cognato Antonello Buscema, ex sindaco di Modica, ha dichiarato: “Sono certo che lui ci attenderà con una motoape per portarci in giro per il Paradiso”.

Piero Iemmolo era morto in ospedale a Catania a distanza di un mese esatto dall’incidente stradale che lo vide coinvolto in contrada Quartarella lo scorso 29 giugno, nelle campagne di Modica dove, mentre era in sella alla sua moto, impattò contro una Bmw. Sul corpo è stata effettuata l’autopsia, nell’ambito delle indagini per appurare le cause del decesso. Pare che la meningite contratta mentre era ricoverato in prognosi riservata possa avere rivestito un ruolo determinante. Da qui il ritardo nel fissare la data delle esequie.