Revocata la delibera del project financing del cimitero

Revocata la delibera del project financing del cimitero

Il sindaco Maria Rita Schembari comunica che è stato firmato dalla Giunta municipale al completo l’atto finale di revoca della prima delibera della precedente Giunta amministrativa che aveva iniziato l’iter del project financing finalizzato alla gestione privata del cimitero. Una scelta che avrebbe fatto lievitare i costi di gestione a spese dei cittadini. Quindi i cimiteri di Comiso e Pedalino restano a gestione pubblica. “La restituzione alla gestione pubblica del cimitero è stato uno dei temi fondamentali del mio programma elettorale. Oggi, con orgoglio, la mia Giunta municipale e io possiamo dire d’aver mantenuto la parola data ai nostri concittadini – ha dichiarato il sindaco Schembari – e d’altra parte, allora all’opposizione avevamo chiesto l’indizione di un referendum perchè fossero i cittadini ad esprimere la loro opinione. L’Amministrazione da me presieduta, in questo primo anno di governo cittadino è andata avanti nel percorso intrapreso finalizzato alla revoca di quella decisione giudicata sbagliata e inaccettabile da parte della maggioranza dei cittadini comisani che, attraverso una petizione popolare promossa dal M5S, hanno manifestato la contrarietà al progetto della precedente Amministrazione. Dopo l’acquisizione del parere legale e l’approvazione della prima delibera di indirizzo, ieri abbiamo chiuso il procedimento con la revoca definitiva”.

“Tra la prima delibera del 18 gennaio scorso – continua il sindaco Schembari – e quest’ultima, sono intercorsi, oltre al parere legale, altri atti e ricerche. Mi riferisco a una ricognizione attraverso censimento dei posti attualmente esistenti nel nostro cimitero e una relazione dettagliata e specifica, su mia espressa richiesta, acquisita dagli uffici i quali certificano come l’attuale area del cimitero di Comiso possa tranquillamente ospitare altre sepolture ancora per decenni, inoltre non c’è un pericolo imminente di igiene pubblica. Confortati anche da questo importante parere degli uffici, abbiamo pertanto deliberato la revoca definitiva di tutto il procedimento avviato dalla precedente Amministrazione che aveva invece deciso di procedere alla privatizzazione del cimitero. Per quanto riguarda il cimitero di Pedalino, già lunedì prossimo ci metteremo al lavoro per valutare la possibilità di realizzare il cimitero su un terreno di proprietà comunale in modo da poter soddisfare le legittime richieste della frazione”.