Lotta alla Sla: nasce la sezione di Aisla in Sicilia orientale

Lotta alla Sla: nasce la sezione di Aisla in Sicilia orientale

Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, ha creato la sezione territoriale della Sicilia Orientale che copre le provincie di Catania, Messina, Ragusa e Siracusa, per dare alle persone con Sla un punto di riferimento con servizi gratuiti come la consulenza sugli aspetti amministrativi, previdenziali e burocratici, e informazioni utili sui centri clinici specializzati nella presa in carico dei pazienti che in regione sono il Centro Clinico NeMo Sud di Messina, l’Istituto Clinico Scientifico Maugeri di Mistretta (Me) e il Centro Sla di Palermo. Le famiglie interessate a entrare in contatto con la nuova sezione di Aisla della Sicilia Orientale possono contattare il riferimento per la Sicilia Orientale Eleonora Zappia (338 7794648) o inviare un messaggio all’indirizzo di posta elettronica sicilia.orientale@aisla.it

Nel territorio di competenza della neonata sezione Aisla è presente con oltre 100 soci e segue oggi oltre 150 persone con Sla. Orazio Arena è il presidente della sezione territoriale della Sicilia Orientale, oltre che il riferimento per l’associazione a Catania, insieme a Nicolò Piluso. Giovanna Tona è referente per Ragusa, Eugenio Blogna per Siracusa. A breve sarà designato inoltre un referente per Messina.

Orazio Arena, presidente della sezione di Aisla della Sicilia Orientale, osserva: “La creazione della Sezione territoriale della Sicilia Orientale ci consente di dare maggior supporto ai pazienti affetti da Sla e alle loro famiglie. Abbiamo già numerosi progetti, alcuni dei quali pronti a partire. A breve avrà inizio un programma di formazione di caregiver esperti; è altresì in programma la promozione di tavoli tecnici con le Asp del territorio, finalizzati alla creazione di un protocollo che consenta di ottenere un’assistenza più efficiente e più uniforme nelle varie provincie. Infine, non tralasceremo le iniziative a carattere sociale e benefico, e di raccolta fondi, coinvolgendo le istituzioni e i club service esistenti nel territorio”. Si stima che le persone con Sla in Sicilia siano oltre 500.