E’ morto a 110 anni l’uomo più vecchio d’Italia: era di Vittoria

E’ morto a 110 anni l’uomo più vecchio d’Italia: era di Vittoria

Si è spento a Torino, all’età 110 anni, Salvatore Cavallo, l’uomo più longevo d’Italia, diventato “supercentenario” il 16 maggio scorso. Nato nel 1909 a Vittoria, dove sognava un giorno di fare ritorno per rivedere un’ultima volta il suo luogo natio, ha combattuto la battaglia di El Alamein ed è sopravvissuto alla guerra evitando la fucilazione. Si è trasferito prima a Milano, dove si è laureato in agraria, e poi nel torinese, dove è diventato professore e preside di alcune scuole medie. Per il suo ultimo compleanno aveva ricevuto anche gli auguri e la visita della sindaca Chiara Appendino.

“Ci ha dato dimostrazione di coraggio”, racconta la figlia Grazia. “Diceva sempre di credere nei sogni. Che la vecchiaia avvizzisce solo la pelle, ma non l’animo. Era un maestro, non solo di scuola, ma anche di vita”. Il suo elisir di lunga vita? Solo fino a qualche anno fa la sua giornata cominciava sulla cyclette e con una buona colazione a base di frutta. “Sosteneva che bisognasse affrontare ogni giornata e ogni difficoltà con grinta”, aggiunge la figlia, “un messaggio che era solito ripetere anche ai suoi nipoti”.