Per l’estate diventa isola pedonale permanente corso Umberto a Modica. Commercianti protestano

Per l’estate diventa isola pedonale permanente corso Umberto a Modica. Commercianti protestano

Corso Umberto diventa, da luglio e fino al 30 settembre, isola pedonale permanente, con l’interdizione al traffico veicolare tutti i giorni. Per la precisione dalle 16 alle 22 da lunedì a giovedì, e dalle 16 a mezzanotte da venerdì a domenica. Il tratto interessato dalla chiusura al transito dei veicoli è quello compreso tra piazza Monumento e la chiesa madre di S. Pietro. La direttiva dell’amministrazione comunale si sarebbe dovuta concretizzare già da alcuni giorni, ma si sta temporeggiando in attesa di conoscere il parere dell’Ascom, che si è presa del tempo per decidere. Emergerebbe però già la netta presa di posizione di qualche operatore commerciale, dichiaratosi contro questa scelta di chiudere corso Umberto ai veicoli. Un incontro per dirimere la vicenda è stato chiesto al sindaco Ignazio Abbate e dovrebbe tenersi nelle prossime ore. I commercianti temono un drastico abbassamento del loro volume d’affari, convinti che la chiusura al transito veicolare del tratto interessato di corso Umberto scoraggerebbe i potenziali clienti dal fare acquisti raggiungendo i vari negozi a piedi, anche per via del gran caldo di questi giorni. Anche alcuni residenti non gradirebbero troppo la novità.

Da parte sua, l’amministrazione comunale sarebbe decisa a tentare, comunque, l’esperimento, al fine di valorizzare quella parte del cuore barocco della città dove insistono chiese, palazzi storici e locali con tavoli e sedie all’aperto per gustarsi il panorama. Un punto d’incontro sulla vicenda dovrebbe essere trovato dunque nell’ambito dell’incontro tra il primo cittadino ed i commercianti a palazzo San Domenico. Si tenga conto che si tratta di un tratto di circa 100 metri dove, tra l’altro, insistono la chiesa madre di S. Pietro, dichiarata bene dell’umanità e patrimonio dell’Unesco, e il Palazzo della Cultura, che ospita, tra l’altro, i vari musei, tra cui quello del cioccolato, mete frequentatissime dai turisti.